Aggiornamenti sulla Riapertura del Turismo in Giappone

Paesaggi giapponesi

Oltre i tre grandi scenari più celebri del Giappone: natura, tradizione, benessere

Città e quartieri
40%
Storia e monumenti
60%
Natura
70%
Esperienza
80%
Impegno fisico
60%

📌 IL PUNTO DELL’ARTIGIANO

Il programma è stato pensato per chi ha già visitato il Giappone e/o per chi vuole conoscere qualcosa di diverso e approfondito, ma è stato costruito per adattarsi perfettamente anche ad un’estensione “classica” del viaggio: chi lo desidera potrà infatti prolungare il viaggio visitando sia Tokyo che Kyoto (con relative escursioni quali Kamakura, Nikko, i laghi del Fuji e Nara), indicativamente per una durata suggerita di 4-6 giorni aggiuntivi.
In questo caso siamo disponibili sia come assistenza che come guida così come per il resto del viaggio, basterà comunicarcelo all’atto dell’iscrizione.

Il filo conduttore del viaggio è ispirato ai Nihon sankei (i tre paesaggi più celebri del Giappone), tuttavia si vuole andare ben oltre, dando la possibilità di ammirare non solo altre vedute memorabili, ma anche diverse cittadine storiche e favolose località termali, in uno straordinario contesto naturale suddiviso tra mare, collina e montagna.
Il viaggio è pertanto suggerito a chi ama la Natura, la tradizione giapponese e a chi vuole concedersi momenti di benessere nelle onsen (terme giapponesi) in località esclusive, trascorrendo caldi soggiorni, unici ed esclusivi, in ryokan (locande tradizionali) accuratamente selezionate per questa tipologia di viaggio.

Una caratteristica ed un’esperienza del viaggio saranno le stesse sistemazioni, in particolare ci saranno 5 notti in ryokan, di cui 2 in location esclusive dove disporremo di bagni termali privati, oltre a cene e colazioni con prodotti locali e stagionali, per un’esperienza culinario di massimo livello.

È contemplato l’utilizzo di treni locali, treni veloci (shinkansen) ed autobus, diponendo di tutti i Pass logistici necessari e dell’uso del nostro minibus nella zona delle Alpi settentrionali (2 giorni) e nella penisola di Tango (1 giorno), per esplorare in modo altamente personalizzato e aprire rotte “non ordinarie”.

I periodi ottimali per questo itinerario sono maggio e l’inizio dell’autunno (fine settembre/inizio ottobre), così da poter godere in modo più intimo degli scenari naturali e di tutti i luoghi toccati che, se in buona parte sono sconosciuti agli Occidentali, non lo sono altrettanto per i Giapponesi.

Ultima cosa che faccio presente è che il programma è molto dinamico, infatti gli spostamenti sono frequenti, quasi sempre quotidiani. Per questo motivo è richiesto un certo impegno fisico (e soprattutto raccomandiamo di non avere valigie eccessivamente voluminose e pesanti).

Per quanto mi riguarda, un viaggio semplicemente meraviglioso, commovente, che farà scoprire in modo intimo un Giappone “più lento” e romantico.

➤ Approfondisci la conoscenza dei Nihon sankei consultando il nostro articolo dedicato.

🗺 DESCRIZIONE DEL VIAGGIO

Questo viaggio alternativo ti porterà alla scoperta dei Nihon sankei – ovvero i tre paesaggi più celebrati del Sol Levante (Matsushima, Amanohashidate, Miyajima) – ma vuole soprattutto offrire al viaggiatore uno spaccato della varietà naturalistica del Giappone (nello specifico dell’isola di Honshu), con la giusta dose di tradizione, cultura ed enogastronomia locale.

L’itinerario parte da Tokyo dove ci sarà il ritrovo e avrà come prima tappa Matsushima, una baia dove si trovano circa 260 piccole isole ricoperte da pini, così incantevole che il poeta e viaggiatore Matsuo Bashō la definì ”il posto più bello del Giappone”.

Proseguiremo per Matsumoto, tranquilla città circondata dalle Alpi giapponesi e famosa per il suo castello in legno, il più antico e perfettamente conservato del Paese.

Da qui ci immergeremo con il nostro minibus nella natura più profonda, nella terra degli onsen e delle vedute montane imperdibili: sosteremo nella zona termale di Okuhida Onsen per una esperienza da sogno e cammineremo nei sentieri di Kamikochi, probabilmente tra i più bei paesaggi montani delle Alpi giapponesi se non dell’intero Giappone.

Continueremo il viaggio verso Takayama, affascinante cittadina mercantile, degusteremo sakè e vedremo le case tradizionali dai tetti in paglia tipiche del distretto di Gokayama.

Raggiungeremo Kanazawa, città raffinata, ricca di storia e di una tradizione culinaria eccellente, dove si trova il Kenrokuen, uno dei tre giardini più illustri del Sol Levante, esempio sublime della sinergia esistente tra Uomo e Natura.

Ci muoveremo quindi verso Amanohashidate, “il ponte del cielo”, per ammirare il fantastico lembo sabbioso e godere di uno scenario sicuramente unico. Anche qui riserviamo una particolarità nel soggiorno, immersi nella natura, tra mare e colline.

A seguire disporremo del nostro minibus per esplorare “come piace a noi” la meno visitata penisola di Tango dove si trova il villaggio di pescatori Ine caratterizzato dalle case costruite sull’acqua, per poi raggiungere Kinosaki Onsen, altra destinazione termale tra le più suggestive del Kansai.

Ci sposteremo più a sud per arrivare a Hiroshima dove respireremo la storia contemporanea nel Parco della Pace, quindi arriveremo nell’isola di Miyajima, famosa per il suo torii (portale sacro) “galleggiante” e dove trascorreremo la notte per godere della magia dell’isola quando la maggior parte dei turisti sarà sparita.

Nel pomeriggio ci recheremo a Osaka, regno indiscusso della cucina e dello street food, per un’ultima piacevole e vivace tappa enogastronomica finale.

Il viaggio si conclude qui, ma la profonda esperienza che ci porteremo appresso resterà un ricordo nitido e profondo.

Prezzo a persona

--

Partenza 1 Maggio 2023

Mappa del viaggio

Clicca per interagire con la mappa

Itinerario e programma di viaggio

1° giorno | Partenza dall'Italia (aeroporto prescelto) →

Partenza libera dall’aeroporto prescelto.

2° giorno | → arrivo a Tokyo Narita/Haneda → TOKYO

Arrivo all’aeroporto di Tokyo Narita (o Haneda).
Dopo il disbrigo delle pratiche doganali, trasferimento a Tokyo per il check-in.
Accoglienza e breve orientamento nel quartiere.
Cena libera.

3° giorno | TOKYO → MATSUSHIMA [148 min]

baia di Matsushima [Nihon sankei #1] – escursione in battello – tempio Zuiganji

Oggi partiamo da Tokyo per spostarci sulla costa nord-orientale per raggiungere Matsushima, le “isole dei pini”, il primo dei tre Nihon sankei, dove arriveremo in tarda mattinata.
Matsushima è una baia costellata da circa 260 piccole isole bianche scolpite dal vento e, come suggerisce il nome, ricoperte di pini. Le colorazioni della vegetazione, del mare e degli isolotti colpì il famoso poeta e viaggiatore Matsuo Bashō, a tal punto che lo definì “il posto più bello del Giappone”.

Raggiungeremo la cittadina nella tarda mattinata, poseremo e valigie e dopo il pranzo inizieremo subito la visita.
Lungo la costa, collegata alla terraferma da un ponte rosso, troveremo l’isola di Fukuurajima dove potremo fare una breve passeggiata e una prima veduta della baia. A seguire andremo al vicino tempio buddhista Godaido, risalente al 1602 e miracolosamente salvatosi dal devastante tsunami del 2011.
Avremo poi modo di esplorare da vicino la baia e le varie isole dalle forme curiose con una escursione in battello (biglietto incluso).
Una volta fatto rientro sulla terraferma troveremo nel nostro percorso il Kanrantei, una padiglione utilizzato per la cerimonia del tè, quindi proseguiremo per vedere quello che è probabilmente il più bel tempio del Tohoku, lo Zuiganji, fondato nell’828 d.C. e poi ricostruito nel XVI secolo dal grande feudatario Date Masamune come tempio familiare.
La zona limitrofa al tempio si presta ad una piacevole passeggiata e, chi vorrà, potrà ammirare qualche esempio di giardino giapponese.

Cena libera e pernottamento in ryokan.

ℹ️ Cena-degustazione esperienziale in izakaya (facoltativa).

4° giorno | MATSUSHIMA → MATSUMOTO [262 min]

castello di Matsumoto – quartiere dei mercanti Nakamachi

La mattina presto partiremo per Matsumoto, tranquilla ed affascinante città che domina la valle ai piedi delle Alpi giapponesi, dove arriveremo intorno all’ora di pranzo.

Visiteremo in primis il famosissimo castello in legno risalente al 1593, il più antico del Giappone e perfettamente preservato, uno dei 4 dichiarati patrimonio nazionale. Il castello è conosciuto anche come “Castello dei corvi” per via della facciata scura, ed è decisamente fotogenico da qualsiasi parte lo si osservi.
A seguire passeggeremo nelle suggestive viette del quartiere dei mercanti Nakamachi risalente al primo periodo Edo (XVII secolo) che ospita diversi caffè, gallerie d’arte e negozi di artigianato.
Cammineremo lungo il fiume, più precisamente a Nawate-dori, una delle vie pedonali più popolari della città, dove potremo assaggiare il taiyaki, delle cialde dolci ripiene a forma di carpa.

Cena libera e pernottamento in hotel.

5° giorno | MATSUMOTO → OKUHIDA ONSEN [90 min circa] [minibus privato tutto il giorno]

villaggi termali e natura di Okuhida – funivia del Nishi-Hotaka dake (2.156 metri) ✦ soggiorno vulcanico

Il viaggio si fa ora avventuroso e ci porterà a scoprire degli spettacolari paesaggi montani giapponesi che non rientrano nella “classifica”, ma sono certamente sensazionali (e i Giapponesi lo sanno bene!), probabilmente tra i più spettacolari che si possano ammirare in Sol Levante.
Amici viaggiatori, è arrivato il momento di spostarsi con il nostro minibus verso il cuore delle Alpi giapponesi settentrionali e, geograficamente parlando, dell’Honshu.
Siamo in una parte del parco nazionale Chubu Sangaku, al confine tra le prefetture di Nagano e Gifu, dove le alte vette innevate (diverse superano i 3.000 metri), le colorazioni della natura, i limpidi torrenti, le numerose varietà di fiori selvatici, le foreste e magari anche scimmie, resteranno certamente impresse nelle immagini di noi viaggiatori.

Raggiungeremo l’area termale di Okuhida formata da diversi villaggi ricchi di meravigliosi onsen, ognuno con delle specifiche caratteristiche dell’acqua.
Visiteremo un paio di questi paesi (Hirayu Onsen, Shin-Hirayu Onsen, Shin-Hotaka Onsen) per restare “a mollo” in un bagno rigenerativo, senza tralasciare la zona di Shirahone Onsen, altra vicina cittadina termale dove si trova una delle gole più suggestive di tutto il Sol Levante: qui troveremo acquee sulfuree dal particolare colore lattiginoso, opaco, particolarmente indicate per alleviare disturbi gastrointesinali.
Infine prenderemo la funivia più lunga del Giappone per godere di una vista sublime dal Nishi-Hotaka dake (2.156 metri), per poi recarci nel nostro caldo “rifugio”.
La giornata è quindi in buona parte dedicata al benessere e al contatto con la natura montana.

✦ Trascorreremo la sera in uno splendido ryokan della zona incorniciato dalla natura, provvisto di vasche termali (al chiuso ed all’aperto) ad uso degli ospiti, con una cena e una colazione a chilometro zero inclusa.
Sarà sicuramente una parte memorabile dell’esperienza di viaggio.

6° giorno | OKUHIDA ONSEN → KAMIKOCHI → TAKAYAMA [45 min + 120 min] [minibus privato tutto il giorno]

full immersion a Kamikochi

Dopo un’abbondante colazione (inclusa), la mattina presto per evitare il possibile arrivo degli escursionisti di giornata, inizieremo il nostro percorso trekking a Kamikochi. Non si tratta di un percorso per professionisti, tuttavia si camminerà fino all’imbrunire per godere appieno della zona che è semplicemente meravigliosa, quindi, allacciate bene le scarpe!
Nella nostra passeggiata naturalistica godremo dello scenario unico di Kamikochi che include il ponte Kappa (punto di partenza), fiume Azusa e il laghetto vulcanico Taisho. Quando il sole starà per tramontare sarà arrivato il momento di ritornare sul bus e partire per Takayama, dove arriveremo prima di cena.

Pernottamento in hotel e cena libera.

☞ Chi in questa giornata preferisce riposare e fare attività meno fisiche, potrà trascorrere liberamente il tempo tra i villaggi e sperimentare i numerosi onsen della zona.
È possibile usufruire in mattinata di quello del ryokan (gratis), nel pomeriggio di quelli presenti nel paese dove soggiorneremo o anche negli altri villaggi limitrofi (terme a pagamento, circa 4-6 € per ogni ingresso).
In alternativa, sempre con il bus, sarà possibile raggiungere il famoso villaggio patrimonio UNESCO di Shirakawago, per immergersi in un’atmosfera surreale ammirando le case tradizionali della regione montuosa di Hida dagli inconfondibili tetti in paglia costruiti con la tecnica nota come gassho-zukuri, “a mani giunte” (cosa che sarà in parte possibile anche il giorno seguente).

7° giorno | TAKAYAMA → (SHIRAKAWAGO) → KANAZAWA [138 min]

mercati matutini – casa Yoshijima – quartiere dei mercanti Sanmachi – degustazione sakè

Iniziamo la nostra giornata a Takayama, centro economico della regione ma soprattutto incantevole cittadina mercantile dalla storia secolare che conserva un centro e un’atmosfera egregiamente preservati.

Ci recheremo per prima cosa ai mercati mattutini (“asaichi”) nei pressi del fiume Miya (“Miyagawa”), visiteremo la tipica casa di un ricco mercante (Yoshijima) e passeggeremo nel quartiere di Sanmachi (conosciuto come quartiere delle “antiche dimore private”), risalente al periodo Edo (1603-1868, conosciuto anche come periodo Tokugawa).
Nel quartiere potremo degustare dell’ottimo
sakè, del miso (un condimento derivato dalla fermentazione dei fagioli di soia) e della soba (pasta lunga di grano saraceno) fatta in casa. Infine visiteremo il Takayama jinya, l’unico edificio governativo del periodo Tokugawa ancora esistente in Giappone, risalente al 1816.

Verso metà pomeriggio prenderemo il treno per raggiungere a Kanazawa.
Check-in in hotel e cena libera.

☞ In base agli interessi del gruppo, nel primo pomeriggio potremo ricavare del tempo utile per recarci al villaggio folcloristico di Hida (situato poco lontano dalla stazione di Takayama) dove sono state trasferite una trentina di case gassho-zukuri tipiche della zona che offrono un interessante spaccato della vita passata, oppure raggiungere in bus il villaggio di Shirakawago e poi proseguire per Kanazawa.

8° giorno | KANAZAWA

mercato Omicho – quartiere delle geisha Higashi Chaya – giardino Kenrokuen – distretto dei samurai Nagamachi

Kanazawa è una raffinata città che raggiunse la sua massima vitalità durante il periodo Edo e ne conserva tuttora lo splendore.

Inizieremo la giornata tra vicoli nascosti e scorci dal sapore antico per arrivare a Higashi Chaya, l’elegantissimo quartiere delle geisha, dove sopravvive un’atmosfera tipica per via delle graziose casette in legno ai lati della strada, dove oggi sorgono caffè, negozi e piccoli musei.
In seguito visiteremo il vivace mercato Omicho, dove potremo pranzare sperimentando le prelibatezze locali.

Raggiungeremo poi il Kenrokuen per restare nel tema della “classifica dei tre”. Ritenuto – a ragione – uno dei “tre grandi giardini” giapponesi, qui ammireremo la sinergia esistente tra l’Uomo e la Natura.
Ci sarà tempo per una panoramica del
castello e, per chi vorrà, sarà possibile recarsi al vicino Museo d’Arte Contemporanea.
A seguire torneremo verso il centro per camminare nel distretto dei samurai, Nagamachi, unico nel suo genere.

Cena libera.

9° giorno | KANAZAWA → AMANOHASHIDATE [270 min]

istmo sabbioso di Amanohashidate [Nihon sankei #2] – parco Kasamatsu ✦ soggiorno vulcanico

La mattina presto lasceremo Kanazawa per raggiungere il secondo Nihon sankei previsto nel viaggio: Amanohashidate, “il ponte del cielo”.
Si tratta di un suggestivo istmo di sabbia formato dai detriti trasportati dai fiumi e modellati dalle correnti oceaniche, lungo circa 3,5 chilometri e sul quale crescono oltre 8.000 pini.

Percorreremo da una parte all’altra la lingua di sabbia a piedi (o in bici), ci rilasseremo nella pineta o sulla spiaggia, visiteremo il tempio Chionji e il santuario Kono e soprattutto contempleremo il paesaggio dal parco Kasamatsu al quale accederemo con la funicolare. Da qui (lato nord) avremo la vista del “drago ascendente”, mentre dal monte Monju (lato sud), dove si trova l’Amanohashidate Viewland, la vista del “drago volante”.

✦ Terminata la visita ci sposteremo in un vicino ryokan senza tempo, immerso tra le colline di fronte al mare, sempre provvisto di onsen, dove trascorreremo la notte. La cena e la colazione con prodotti locali sono incluse. Anche qui l’esperienza del soggiorno sarà indimenticabile.

10° giorno | AMANOHASHIDATE → PENISOLA DI TANGO → KINOSAKI ONSEN [minibus privato tutto il giorno]

villaggio di pescatori Ine – strada litoranea n° 178 – spiagge e risaie – osservatorio panoramico Kabuto

In mattinata, dopo la colazione (inclusa), avremo modo di esplorare con il nostro minibus privato la panoramica e poco visitata (non per le persone di Kyoto che la “invadono” nel periodo estivo) penisola di Tango, una destinazione perfetta per vivere il Giappone rurale senza la folla di turisti, ricca di promontori rocciosi, colline lussureggianti e spiagge sabbiose dove è possibile fare il bagno.

Percorreremo la strada litoranea n° 178 e per prima cosa faremo visita al villaggio sicuramente più fotografato della zona: Ine. Si tratta di un piccolo paese, riparato da una suggestiva insenatura, dove si trovano delle particolari case chiamate funaya costruite sull’acqua, di fronte alle quali i pescatori ormeggiano le proprie barche.
Avremo inoltre la possibilità di fare una gita a bordo delle imbarcazioni per avere una veduta dal mare.

La scoperta della penisola di Tango continuerà con altre incantevoli soste, tra cui menzioniamo la spiaggia Kotobiki, le rocce Tateiwa, le risaie terrazzate Sodeshi e l’osservatorio panoramico Kabuto.

Nel tardo pomeriggio arriveremo a Kinosaki Onsen, una piccola e antica cittadina termale situata sulla costa del Mar del Giappone, dove vivremo un’altra esperienza molto genuina e rilassante.
Il paese si sviluppa lungo un canale costeggiato da alberi e case di legno, ed è sicuramente una delle migliori destinazioni del Kansai per sperimentare il fascino delle terme nipponiche.
Una volta effettuato il check-in al ryokan, indosseremo lo yukata (vestaglia di cotone) ed i geta (zoccoli di legno) e cammineremo per le vie del paese dove potremo scegliere tra ben sette terme, alcune con favolose vasche all’aperto.

✦ Avremo a disposizione il pass che ci permetterà di accedere gratuitamente a tutte le 7 terme della cittadina.

Cena libera (su richiesta anticipata è possibile cenare/fare colazione in ryokan).

11° giorno | KINOSAKI ONSEN → HIROSHIMA [258 min]

onsen e attività nella Natura

La mattinata è a disposizione per continuare a godere delle terme, ma potremo anche svolgere altre attività di tipo naturalistico, come fare birdwatching o camminare lungo il litorale, oppure prendere la funicolare che conduce alla terrazza panoramica.

Dopo il pranzo prenderemo il treno per raggiungere Hiroshima, dove arriveremo nel tardo pomeriggio.

Check-in in hotel e cena libera.

12° giorno | HIROSHIMA → MIYAJIMA [30 min + 10 min]

Parco, Museo e Memoriale della Pace (Hiroshima) – torii e Santuario Itsukushima [Nihon sankei #3], Daishoin, parco Momijidani, tramonto (Miyajima)

Hiroshima è oggi una città oggi molto vivace, tristemente nota per gli avvenimenti legati alla Seconda guerra mondiale.
Nella mattinata visiteremo il Parco della Pace (Heiwa koen), ovvero il cuore della Memoria, dove si trovano il Memoriale della Pace (Genbaku Domu o A-Bomb Dome), un edificio conservato nello stato in cui si trovava dopo l’esplosione della bomba atomica, e il toccante Museo memoriale della Pace.

Dopo il pranzo ci dirigeremo verso la graziosa isola di Miyajima, nota per il suo torii (portale sacro) galleggiante e per l’Itsukushima Jinja (Santuario Itsukushima), ma ricca di tante altre attrattive culturali (tra cui il Tempio Daishoin) e naturalistiche (ad esempio il parco Momijidani).

Pernotteremo sull’isola, in ryokan, per godere del tramonto e della pace più assoluta quando la maggior parte dei turisti se ne sarà andata.

13° giorno | MIYAJIMA → OSAKA [10 min + 143 min]

monte Misen (Miyajima) – quartiere Namba e canale Dotonbori (Osaka)

Dopo il check-out potremo disporre di altro tempo per completare la visita approfondita di Miyajima fino all’ora di pranzo, ad esempio raggiungendo la vetta dell’isola, il monte Misen.

A questo punto torneremo verso Hiroshima da dove prenderemo il treno per raggiungere Osaka, terza città del Giappone per numero di abitanti, conosciuta soprattutto per la sua cucina, per la gente festosa e per l’intensa vita notturna.

Dopo il check-in avremo modo di concludere il nostro viaggio nella vivace e affollata zona di Namba, dove si trova il canale Dotonbori e dove potremo sperimentare la cucina locale di qualche prelibato ristorante oppure lasciarci tentare dallo street food.

14° giorno | OSAKA → partenza da Osaka Kansai → arrivo in Italia (aeroporto prescelto)

Saluto al Sol Levante.
In quest’ultima giornata si disporrà di tempo solo in base ai proprio voli, quindi ci sarà il trasferimento per l’aeroporto “galleggiante” del Kansai (Osaka), progettato da Renzo Piano.
Giornata (o notte) a bordo dell’aereo.
Arrivo in Italia.

Ti interessa questo viaggio?

Prenota il tuo posto o contattaci per maggiori informazioni